Fine 800_Varazze.jpg

Il convegno

Il Convegno ricorre nel 150° dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. La riflessione parte da dati storici per fare il punto su alcuni aspetti dell’apporto delle FMA all’educazione, individua percorsi diacronici e sincronici, ricavando da essi elementi di riflessione critica; stimola il confronto con le sfide del presente per rilanciare la missione educativa delle FMA nell’oggi e nel domani.

La riflessione si inserisce nel movimento in atto per sostenere il Patto educativo globale lanciato da Papa Francesco nel 2019 e cooperare a un nuovo modello di sviluppo.

Le finalità

  • Approfondire la conoscenza dell’Istituto nel suo sviluppo e rilanciare la missione delle FMA, attraverso una rilettura dell’educazione preventiva nell’oggi, inedito, con attenzione specifica alle giovani nei diversi contesti.

  • Prendere maggiore consapevolezza delle potenzialità e sfide di una cultura e prassi educativa salesiana chiamata a inserirsi e a rinnovare l’educazione nei vari contesti, senza omologarsi alle abitudini locali meno rispettose della persona nella sua integralità.

  • Realizzare un fecondo dialogo di studio, finalizzato a situarci nel pluralismo in modo più consapevole e a riproporre le grandi assi della nostra proposta antropologica, pedagogica e salesiana in un modo più stimolante e innovativo. 

  • Offrire elementi di riflessione e di metodo sulle politiche educative e formative dell’Istituto e contribuire a stringere un Patto educativo globale per una società più umana e umanizzante. 

  • Rafforzare la rete con altre istituzioni educative a livello internazionale, mettendo in luce il patrimonio educativo dell’Istituto, bene comune della società e della Chiesa.

      Il Convegno si sviluppa con chiavi di lettura multidisciplinari e multiculturali, in tre sessioni.

I sessione: Percorso storico tra dati e vissuti

Delineare un quadro panoramico sull’Istituto in 150 anni (case, persone, opere in ogni Paese di presenza), segnalando ipotesi e percorsi di ricerca alla luce della storiografia attuale.

Rilevare alcuni aspetti diacronici e sincronici dell’apporto delle FMA a diversi contesti, soprattutto attraverso l’impegno di educazione delle/dei giovani tra i ceti popolari e medi.

Cogliere dal vissuto spunti di riflessione critica per l’attualizzazione della missione salesiana nella Chiesa e nella società.

Le sessioni di lavoro

II sessione: A confronto con le sfide all’educazione oggi

Prendere consapevolezza di alcune sfide trasversali presenti nel vissuto contemporaneo che hanno una forte incidenza sulla mentalità (creano i modi di pensare, inducono a un certo modo di interpretare la realtà, l’uomo, la società, la cultura, le relazioni, le istituzioni, la politica, l’educazione, l’apprendimento ecc.) e sui comportamenti concreti del singolo e della collettività, in particolare sulle giovani e gli educatori di oggi, sui processi di crescita. 

Prendere coscienza della varietà dei contesti e degli appelli all’educazione.

Comprendere meglio e confrontarsi con alcune antropologie contemporanee per riconsiderare il loro impatto sui processi formativi e orientare l’impegno educativo.

III sessione: Percorsi e prospettive per il futuro dell'educazione alla luce del Sistema preventivo

Acquisire consapevolezza di come sono intesi e vissuti oggi alcuni nuclei del Sistema preventivo dalle FMA e dai laici che condividono la missione nelle comunità educanti in vari contesti

Riflettere insieme sull’apporto educativo e formativo specifico che l’Istituto delle FMA può dare oggi nella società.